_____________________________________
  
Il repertorio della Loriband
 
La Loriband esegue brani di provenienza per lo più popolare appartenenti alla tradizione antica, resi più fruibili con quello che potrebbe essere definito il tipico arrangimento del cosiddetto broken consort. Non si tratta dunque di una esecuzione accademica e filologicamente pura, ma di una reinterpretazione che lascia spesso trasparire la trama e l' origine popolare di molte arie che venivano poi riprese ed eseguite anche a corte dai musicisti dotti.

Il repertorio che è andato formadosi in questi anni di attività del gruppo è, ovviamente, molto vasto ed eterogeneo e comprende brani diverse provenienze ed epoche.

I titoli di alcuni tra i brani che eseguiamo:
  
 
Arcadelt - Margot labourez les vignes
Storia dell' intrigante Margot, sospirata delizia degli uomini, il cui leggero amoreggiare viene onomatopeisticamente risolto dal testo della canzone: il brano, di probabile provenienza popolare, viene ritrascritto per quattro voci da uno dei più illustri e raffinati compositori del XVI secolo.

Ravenscroft - A round of three country dance in one
Nella prima strofa del brano l' autore T.Ravenscroft si compiace per la bella trovata di aver riunito in un unico pezzo tre arie di danza che si introducono a canone, invitando poi, nella forma del non-sense e dello scherzo, al ballo e lamentando nell' ultima strofa i lancinanti dolori provocati dalla leggerezza della borsa. Il brano è eseguito dalla Loriband a canone con le voci scoperte e l' accomapgnamento di due sole percussioni al fine di sottolineare la bellezza dell' incrociarsi delle voci del canone quasi fugato.

Cantiga XIII sec - Quantas sabedes amar, amigo
Tratto dalle Cantigas de Amigo del XIII secolo, Quantas sabedes Amar riprende i temi ricorrenti di questa raccolta di liriche galiziane del XIII secolo: nell' ambientazione della baia di Vigo la donna canta l' attesa dell'amico, rivelando speranze e angosce del suo amore ai personaggi familiari che la circondano.

T. Morley - Now is the month of Maying
Brano di sonorità dicisamente barocca dedicato soto la forma di "borken consort" al mese di Maggio, in cui testo e musica evocano scene pastorali delle feste bucoliche in occasione dell' avvento della primavera.

T. Ravenscroft - Martin sayd to his man
Dal rivaleggiare di due uomini nel bere, il pretesto per iniziare il racconto di un fantastico mondo all' incontrario, in cui animali e cose gioiosamente invertono i propri ruoli di rivalità e antagonismo: ecco il formaggio che morde il topo e questi che caccia il gatto, la lepre cacciare il cane, e così via. In questo strano mondo, chi è il vero folle, allora?

T. Ravenscroft - Browning madame
Altro brano di T. Ravenscroft che sviluppa un canone di temi popolari, cantando la gioia dell' innamorato anche se con minore serietà, quasi attento a mai superare toni eccessivamente lirici, di quanto la musica -molto raccolta ed impegnativa- possa fare pensare.

Popolare trad.greca - Karagouna
Brano tradizionale della Tessaglia, che narra l'amore di un pastore per una ragazza poverissima per la quale si dichiara disposto a cedere ogni suo avere. Grande dinamica e largo uso di percussioni e poliritmia in questa gioiosa danza ellenica.

Trad.francese - Marion s'y promène
Racconto assai comune nella tradizione popolare europea, la storia di una ragazza attratta su di una nave dal canto dei marinai, la quale accortasi di essere ormai perduta in mezzo al mare preferisce la morte al concedersi a loro.

T.Ravenscroft - Tomorrow the fox will come to town!
Una movimentata caccia alla volpe, nemica giurata dei pollai e ovili dell'Inghilterra del XVI secolo, nella quale le grida e gli strepiti di fattori e contadini non sapranno comunque impedire le razzie del furbo animale. La Loriband, per questo brano, ha studiato un particolare arrangiamento onomatopeico che richiama, in certe parti, lo starnazzare degli animali impauriti dalla presenza del furbo predatore.

T. Ravenscroft - We be soldiers three
Le disavventure dell'ozio forzato di tre soldati di ventura costretti a passare il proprio tempo nelle osterie cercando espedienti per sopperire all' eterna povertà delle loro tasche: nell'ultima strofa, l' autore si augura di avere tanto inchiostro per continuare a scrivere la propria musica quanta birra per l' umanità tutta.

Trad.Iberico - Riu, riu chiu
Un villancico spagnolo del XVI secolo, tramandatoci dall' unico esemplare superstite del Canzoniere di Upsala (stampato però in Italia alla metà del 1556) che, mischiando sacro e profano, alterna a strofe sul tema della natività Cristiana e la Redenzione, ritornelli di sapore agreste, in cui si leva la preghiera del pastore per aver salve le sue pecore dalle bramose fauci del lupo. L' arrangiamento a sole voci e percussioni esalta ed impreziosisce le parti vocali.

Attaignant - Tourdion
Brano dal sapore guerresco, inneggiante, però, alla lotta fra gli uomini e il vino e alla convivialità. La sua filosofia:a bere vino leggero la testa gira, gira gira. Tanto vale bere vino forte..... Rispetto alla scrittura originale la Loriband ha inserito un breve canone vocale che richiama questo "girare della testa" causato, appunto, da le vin clairet.

Cantiga iberica - Non è gran causa
Il pellegrinaggio al santuario di Santiago de Compostela è stato un elemento determinante nella formazione di un repertorio di cantigas, così come è stato per il boccaccesco decamerone in Italia o per le Canterbury Tales di Geoffrey Chaucer in Inghilterra. L' arrangiamento della Loriband di questo brano sottolinea la prouderie ed il contenuto grottesco della cantiga in cui si narra che la Madonna, chiamata a giudicare da S.Giacomo (Santiago) e dal diavolo sulle sorti di un povero pellegrino che ebbe a peccare con una donna durante il pellegrinaggio, ne sancisce il ritorno in vita, tuttavia senza "la parte del corpo con cui ha peccato".

Anonimo - Spancing Hill
Brano della tradizione anglosassone, questo è un docissimo brano in cui vengono evocati gli stereotipi della tradizione irlandese. L'arrangiamento è molto morbido e lascia emergere, in forma evocativa, le voci dalla fitta trama sonora degli strumenti.

Morley - Now oh now I need must part
Un brano del 1595 dell'inglese Thomas Morley riarrangiato in forma strumentale nel 1609 da Rosseter, pare sia statato ispirato dal brano publicato dal Vecchi in Italia con il nome "So ben mi c' ha bon tempo" nel medesimo anno della pubblicazione anglosassone che però è apparsa fin da subito musicalmente superiore, tanto che il brano rimase famoso per secoli anche con il nome di The Frog Galliard.

Anonimo - God rest you, gentleman
In occasione del Natale è normale presentare alcuni brani che, come "Riu, riu Chiu" prendono spunto dalla tradizione del periodo: in questo caso si tratta sicuramente del più famoso brano natalizio d' origine della Cornovaglia.

Trad.Italiano - Tre Pastorelle
Il genere musicale bucolico è alla base di questo brano che è l' unione di tre diversi brani bucolici, due italiani ed uno francesce. La leziosità del genere musicale è resa ancora più evidente dall' utilizzo di due voci soliste accompagnate dal suono delicato, quasi etereo, del dulcimer.

T.Ravenscroft - The three ravens
In assoluto il brano con l' arrangiamento più tormentato nella vita della Loriband, narra di due corvi che osservano, da un ramo, il corpo ferito di un cavaliere: forse a causa del tema lugubre, la Loriband ha sentito la necessità di rielaborare più e più volte l' arrangiamento di questo brano, fino a giungere alla attuale scrittura che prevede un inciso rubato ma melodioso in netto contrasto con l' andamento del brano reso meno cupo di quanto la trama possa far supporre da un' esecuzione piuttosto dinamica.

Von Reuental - Meienzit one Neidt
Brano tedesco dedicato al Maggio: questo è forse il brano in cui l'arrangiamento della Loriband si fa, in assoluto, più originale e personalizzato:, per certi versi ardito: data la caratteristica della struttura armonica del brano, si è, infatti, deciso di creare una fitta trama di colore modale all' inzio del brando da cui si dipanano, via via, le varie voci facendo emergere, da questo magma sonoro iniziale, armonia e melodia.

Anonimo - Alle stamegne, donne!
Brano italiano attribuibile al XV secolo, il cui testo è ricco di doppi sensi: la stamegna è un setaccio per farina ed il setacciatore grida il suo invito alle donne del rione, ammiccando a chi tra esse volesse "stamegnare" con lui, data la sua disponibilità a "stamegnare a tutte l'ore".

Anonimo - La vida de Colin
Brano italiano probabilmente risalente all' XI secolo trovato all' Abbazia di Montecassino, narra la vita di un improbabile eroe che non perde occasione per combattere le sue più feroci battaglie all'... osteria. L' arrangiamento grottesco sottolinea il paradosso della situazione con ironiche ritmiche di sentore militaresco.

Anonimo - Pase el agoa
Risale al XV secolo questo delicato brano tratto dal Cancionero de Palacio: un nobile uomo invita una gentile donzella ad attraversare il rivo che li divide per andare ad osservare più da vicino un roseto. L' arrangiamento un poco lezioso e leggero sottolinea la gaiezza e la spensieratezza del brano profano.

Jannequin - Ce mois de Mays
C.Jannequin (1485 -1558) ha composto questo brano dedicato al Maggio e la Loriband lo ripropone con la igaiezza e la leggerezza che un simile argomento richiede.

Anonimo - All' entrada del temps clar
Brano iberico del XV secolo, è un canto di gioia che inneggia alla follia dell'amore. La Loriband esegue con ironia e con un fare che rende il tutto estremamente divertente e grottesco.

Anonimo - Eno Sagrado en Vigo
Brano iberico che narra le vicende di una donna della baia di Vigo che canta del proprio innamorato. Il vago sapore modale del brano che ruota per tutta la durata attorno all' accordo di Re+, è stato dalla Loriband interpretato come occasione per l' esecuzione di un brano dal sapore ipnotico in cui una studiata e musicale anarchia nell' accompagnamento sottolinea la bellezza delle parti vocali.

Anonimo - La jument de Michao
Brano di autore anonimo attribuibile al XVIII secolo di provenienza della zona della Camargue è giunto alla Loriband mediante uno scambio di esperienze musicali: si tratta di una canzone per bimbi, una filastrocca, che narra la vita agreste di una giovane giumenta nella fattoria.

Anomino - My thousand times beloved
Brano inglese attribuibile ai 1600 circa, è una sorta di ninna nanna che una innamorata canta per il proprio innamorato. La tonalità di minore, unitamente al tempo in 6/8 in levare sottolinea la dolcezza del brano che viene eseguito dalla Loriband con estrema leggerezza, quasi sussurrato.

Anonimo - Tapster drinker
Brano attribuibile al 1475. Essendo un canone musicalmente assai ricco la Loriband ha ritenuto opportuno eseguirlo, al fine di evidenziare la trama melodica creata dalle voci, nella forma vocale con il solo accompagnamento delle percussioni. Il brano inneggia alla convivialità ed alla birra.

Anonimo - Hac in anni janua
Brano attribuibile all' inzio del XII secolo, è un conductus a tre voci, un inno propiziatorio per il nuovo anno in entrata, che viene eseguito con le sole voci accompagnate da un fitto tappeto di percussioni tendenti a rendere il senso dell'avanzare del tempo.

Ravenscroft - The tailor and the mouse
Simpatico brano inglese dedicato alla vicenda di un sarto ed un furbo topo colti nel momento la lotta per un cappello che il topo ha rosicchiato al sarto inimicandoselo. Riuscirà il sarto a punire il piccolo roditore tagliandogli la coda don la sua forbice ?

Gentian - Je suis Robert
Poco o nulla si sa di questo autore nato nel 1538 circa e morto attorno al 1559 a Parigi. Anche il cognome è incerto: Gentian, Gentiam o Gentien. Di lui si conoscono le chansons pubblicate a parigi tra il 1540 ed il 1550 e diffuse anche in molte trascrizioni per liuto successive alla sua morte.

Elenco aggiornato periodicamente.
  
Il repertorio legato al folk tradizionale
   

La Loriband esegue anche un repertorio di musica stumentale che ben si addice alle feste di piazza ed alle situazioni in cui è prevista l' animazione con il pubblico (danze e giochi tradizionali danzati).
La capacità dei singoli componenti di suonare diversi strumenti musicali amplia le possibilità timbriche ed è così possible passare dall' esecuzione di brani appatenenti alla tradizione anglossassone, a quelli di origine franco - occitana, a quelli della tradizione lombarda e dell'arco alpino, e più giù, lungo il Mediterraneo, fino a sonorità di sapore mediorientale.

Tra questi pezzi ricordiamo:

Aykra Yerak, danza particolarmente intensa della tradizione armena suonata con due flauti dritti, banduria, chitarra, percussioni e fisarmonica.

Gli uccelli: danza nuziale ebraica molto suggestiva: i ballerini mimano, solo sfiorandosi, il passo maestoso ed elegante del corteggiamento degli uccelli.

Musiche del Carnevale di Bagolino: la Loriband, in formazione strumentale esegue alcune danze tradizionali bresciane ed in particolare alcune che appartengono al meraviglioso patrimonio culturale che è costituito dal repertorio dell' ormai famoso "Carnevale di Bagolino".

Danze varie: allo stesso modo la Loriband ha in repertorio diversi, Andrò, delle Scottish, delle Gighe, dei Reels irlandesi, alcune Bourée francesi ed occitane.

Alcuni esempi:
- Andrò
- diverse Boureé
- Curenta della Val Varaita
- Mazurca (arr.Ciapa Rusa)
- Circolo Circasso
- Controdansa
- Gigo Occitano ed altre diverse gighe
- Giga (The Tenpenny piece, Tell her I am, The leitrim Fancy)
- Valzer: I disertori, Io vado via da questi paesi, ecc
- La Pierina (prov.Valtrompia)
- La pollaiola (prov. f.lli Bregoli Valtrompia)
- La manfrina
- Mazurka di Martinengo (brano originale per 5 campane)
- Polesana
- Polka brillante (prov. Ticino)
- Polka di Casnigo (brano originale per 8 campane)
- Polka Mirabela (prov.Franciacorta)
- Rothaus polka
- Scottish del Monge (prov.Ticino)
- Scottish di Cevo
- Scottish du pere Hacques
- Tresso (prov. Polesine)
- Tunì l'è cioch (prov. Valtrompia)
- Valzer del Durdela
- Valzer del mandriano (prov. Valtrompia)
- Valzer di G.Bernardì
- Valzer francese (due versioni)
- Wattentaler - mazurka
- eccetera

_____________________________________