_____________________________________
  
La CHITARRA DI COIMBRA
 
Le chitarre portoghesi sembrano essere nate dalla fusione di due differenti strumenti musicali.

Il primo, il cittern, strumento del XVI secolo diffuso in Europa occidentale da cui prende la forma, il numero di corde e il particolare sistema di meccaniche per l'accordatura introdotto in epoca rinascimentale nella zona di Coimbra da Italia e Francia.

Il secondo, la Chitarra inglese, diffusasi in Portogallo nel XVIII secolo attraverso la citta di Oporto. Questo spiegherebbe la differenziazione in due modelli principali di queste chitarre legati uno alla città di Lisbona e l'altro, di maggiori dimensioni (e quindi con diversa accordatura), che trova le sue origini a Coimbra e che sono distinguibili tra di loro a colpo d'occhio dalla presenza, o meno, del ricciolo sulla paletta (nell'immagine, appunto, assente).
 
Lo strumento é indissolubilmente legato al mondo musicale del Fado portoghese, genere musicale nato agli inizi del XIX secolo, ma del quale si possono individuare radici, sia per tematiche che per tono lorico, già in epoca medievale con le Cantigas de Amigo (XIII secolo) o nella musica araba. Il nome deriva dal latino Fatum, il fato: i temi sono per lo più melanconici e ricorrenti: l'amore deluso, la gelosia sofferta, la nostalgia di ciò che è perduto, la fatica di vivere, la sfortuna, l' esilio.
_____________________________________